PORCHETTA DI ARICCIA

PORCHETTA DI ARICCIA

Nome Ufficiale

Porchetta di Ariccia

Provincia

Roma

Periodo di disponibilità

Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Area di Produzione

Ariccia (RM)

Tipologia di produzione

Attiva

Storia e Tradizione

La porchetta era molto apprezzata nell’Antica Roma ma la sua origine risale agli Etruschi.

Nel grande trattato “De Arte Coquinaria” di Maestro Martino da Como, del XV secolo, troviamo i primi dati certi riguardo questo prodotto.

Nel 1802 il tedesco Johann Gottfried Seume, autore del libro "L'Italia a piedi", passando per Ariccia, manifestò il proprio disappunto per il principe Chigi, reo di aver fatto abbattere le querce secolari del suo parco per meglio far pascolare i porci bradi, progenitori delle famose "porchette".

Oggi molte famigli storiche, lavorano con sistemi tradizionali la porchetta di Ariccia, tramandandosi da generazioni questa antichissima arte.

Caratteristiche

Per la preparazione della porchetta di Ariccia, si utilizzano suini di sesso femminile, di razze nazionali selezionate o di razze Landrace, Large White, Pietrain e rispettivi ibridi, allevati in Italia o in Paesi comunitari.

Il peso della porchetta è compreso tra i 30-40 Kg.

La carne, prima della cottura viene aromatizzata con rosmarino, aglio e pepe nero, in seguito viene legata manualmente con ago e spago per donarle la caratteristica forma del suino e garantirle una cottura ottimale.

La fetta al taglio si presenta compatta ed omogenea, con la parte grassa ben distinta da quella magra. La crosta esterna è croccante, di colore dorato e gusto sapido.

Condividi sui social network

 

Se vuoi contribuire a far conoscere il tuo territorio e le sue eccellenze questo è il “luogo” migliore per farlo.

Segnala un evento, una ricetta, un prodotto o un luogo, attraverso parole, video e foto.





 

  Ricordami su questo computer

 

 

Seguici su...

 

facebook-64x64 linkedin-64x64 flickr-64x64
youtube-64x64 google-64x64

rss-64x64