BROCCOLO ROMANESCO

BROCCOLO ROMANESCO

Nome Ufficiale

Broccolo romanesco

Provincia

Roma

Periodo di disponibilità

Gennaio Febbraio Marzo Ottobre Novembre Dicembre

Area di Produzione

Roma (RM).

Tipologia di produzione

Attiva

Storia e Tradizione

La coltivazione del Broccolo Romanesco è presente in tutta la campagna romana da tempo remoto. Numerose sono, infatti, le documentazioni bibliografiche che testimoniano la storia di questa coltura. I

nfatti già nel 1834, Giuseppe Gioacchino Belli, nel suo sonetto "Er Testamento Der Pasqualino" definisce l'ortolano "Tozzetto" in riferimento al torso di broccolo romanesco da lui coltivato e venduto. Presso alcuni agricoltori della zona sono stati ritrovati gli antichi Libretti Colonici, datati 1969- 973, dove viene riportato l'importo ricavato dalla vendita dei Broccoli romaneschi.

Nell'areale di rinvenimento il broccolo romanesco, proprio per il forte legame che ormai ha con la società locale, viene semplicemente identificato con il solo termine broccolo.

Caratteristiche

La pianta è vigorosa, si presenta sempre a portamento eretto, con fogliame di colore verde-bluastro; ottima resistenza contro lepidotteri e peronospora.

Il corimbo è di colore verde intenso e di forma piramidale. I fioretti omogenei nel colore e nella forma risultano essere ben chiusi alla base della testa.

Le cultivar si possono dividere in tre categorie: precoci, medie e tardive.

Condividi sui social network

 

Se vuoi contribuire a far conoscere il tuo territorio e le sue eccellenze questo è il “luogo” migliore per farlo.

Segnala un evento, una ricetta, un prodotto o un luogo, attraverso parole, video e foto.





 

  Ricordami su questo computer

 

 

Seguici su...

 

facebook-64x64 linkedin-64x64 flickr-64x64
youtube-64x64 google-64x64

rss-64x64