oggialmercato title

Carciofo di Sezze 001

Il carciofo di Sezze, quel “guerriero dal tenero cuore” è tra i più rinomati e prelibati per il suo gradevole sapore, scende in campo in numerose ricette tipiche romane ed è, tra i prodotti tipici del Lazio, uno dei più apprezzati e ricercati da un paio di millenni.

 

Si ottiene da una graduale selezione del cardo, infatti gli abitanti di Sezze Romano chiamano cardini i frutti più teneri e le primizie della pianta.
Ideale il clima dell'area in cui nasce il carciofo di Sezze: i Monti Lepini la proteggono dal nord mentre la brezza marina la riscalda da sud ovest, favorendo, sui terreni vocati, gli elementi di qualità come la caratteristica fragranza, la morbidezza del cuore e dei petali.

 

Salutare lo è per natura.
Contiene infatti elevate quantità di ferro, fibra e cinarina, componente questa che aiuta la digestione e la diuresi.
Se la coltura del carciofo è ben diffusa nelle regioni meridionali, è nel Lazio che si sono affermate le coltivazioni migliori fino all’eccellenza del Carciofo Romanesco del Lazio IGP, un paniere nel quale il carciofo di Sezze occupa un posto al sole.

 

Ogni anno il Comune insieme alle cooperative agricole e ai produttori organizza la sagra del carciofo setino, una festa popolare che valorizza la gastronomia locale e i paesaggi suggestivi dei Monti Lepini. L’evento, che si svolge in aprile, è una ghiotta occasione per gustare il carciofo nelle sue migliori ricette: alla giudia, al forno oppure alla romana.

 

NON SBAGLIAMOCI!

Frutto: capolini di forma sferica, compatta, con caratteristico foro all’apice arrotondato
Peduncolo: medio o lungo di grosso spessore

 

 

Se vuoi contribuire a far conoscere il tuo territorio e le sue eccellenze questo è il “luogo” migliore per farlo.

Segnala un evento, una ricetta, un prodotto o un luogo, attraverso parole, video e foto.





 

  Ricordami su questo computer

 

 

Seguici su...

 

facebook-64x64 linkedin-64x64 flickr-64x64
youtube-64x64 google-64x64

rss-64x64